10 pregi che vi faranno amare le arance

10 pregi che vi faranno amare le arance
4 aprile 2018 Antonia Cosentino

Noi amiamo le arance per il loro sapore, per il loro colore e per il loro profumo, ma anche perché fanno bene. Ecco infatti 10 straordinari benefici che si ottengono consumandole.

  • Le arance aiutano a perdere peso

Quasi il 90% della consistenza delle nostre amate arance è data dall’acqua, nella quale sono disciolti il fruttosio, una buona percentuale di sali minerali e di vitamine (a cominciare dalla C, ma anche del gruppo B e P), molti acidi organici (tra i quali l’acido citrico) e fibre. Questo frutto è quindi nutriente ma con pochissime calorie, si parla di circa 40 kcal per ogni 100g di prodotto.

  • Drenano le scorie che ti gonfiano

I nutrizionisti concordano nel sottolineare come le arance siano un’ottima fonte di antiossidanti, che oltre a essere in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare causato dai radicali liberi, contribuiscono a rendere più forte il sistema immunitario e più attivo il metabolismo.

  • Sono varie e diverse

In generale distinguiamo le arance pigmentate, come il Tarocco (ottima da mangiare) e le Moro (straordinarie da spremere), e le arance bionde, come le Navel o le Valencia, perfette da portare in tavola.

  • Dell’arancia non si butta via niente

Nella polpa in un colpo solo sia le vitamine che gli zuccheri, nella buccia invece sono contenuti oli essenziali amari e profumatissimi. Utilizzando arance dalla buccia non trattata potrai tranquillamente estrarre o utilizzare tutte le parti dell’arancia per realizzare dolci e squisite tisane.

  • La buccia aiuta l’attività dell’intestino

Quando sbucci l’arancia per mangiarla, non eliminare del tutto la pellicola bianca che si trova sotto la buccia. La fibra contenuta in questa parte del frutto regola l’assorbimento degli zuccheri, dei grassi e delle proteine, e favorisce il transito intestinale riducendo i fenomeni putrefattivi.

  • Le arance sono diuretiche

Oltre a mangiarle al naturale o in macedonia, le arance sono ottime per essere abbinate agli ortaggi nella preparazione di insolite insalate drenanti: prova per esempio a gustarle ogni giorno per un mese come antipasto a pranzo e noterai che avrai meno fame e la ritenzione idrica migliorerà.

Come fare: prendi un’arancia, sbucciala, affettala a rondelle e mettila in una ciotola; aggiungi qualche foglia di insalata – meglio se di tipo croccante, come l’indivia belga – un carciofo crudo tagliato sottile e un piccolo finocchio affettato e poi condisci il tutto con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e un’acciuga dissalata. L’effetto antigonfiore è garantito

  • Le arance rosse, le migliori per digerire

Le arance rosse sono le più interessanti per chi vuole dimagrire, grazie soprattutto all’azione antiossidante della cianidina 3, un antiossidante che abbonda in questo frutto (50 mg per 100 grammi circa). Le arance rosse contengono calcio, fosforo, potassio, ferro, selenio e diverse vitamine fra cui, oltre alla già citata C, la A, la B1 e la B2. E poi le arance rosse sono un’ottima fonte di acido citrico che, una volta nell’organismo, abbassa il pH, cioè l’acidità, migliora i processi digestivi, riduce la glicemia e aiuta a conservare attivo il metabolismo.

  • Uno studio attesta le proprietà anti ipertensione del succo d’arancia

Un campione di uomini in sovrappeso dell’eta compresa tra i 50 e i 65 anni è stato sottoposto a un test della durata di un mese. Sono stati formati 3 gruppi: il primo ha assunto mezzo litro di succo d’arancia al giorno; il secondo ha assunto una bevanda a cui è stata addizionato una sostanza antiossidante chiamata esperidina, molto presente negli agrumi; il terzo ha assunto un placebo, in questo caso una bevanda in cui non vi erano tracce del flavonoide.Al termine del mese di esperimento le persone che avevano assunto l’esperidina, sia tramite il succo d’arancia che attraverso l’integratore, avevano una pressione sanguigna significativamente ridotta rispetto a chi aveva bevuto la bevanda placebo, e quindi andavano incontro ad un minor rischio ipertensione. Non solo, in queste persone si è registrato anche un miglioramento nell’elasticità dei vasi sanguigni. L’effetto portettivo del succo d’arancia sarebbe dovuto all’esperidina, già conosciuta per i suoi effetti benefici di contrasto alla fragilità capillare.

  • Le arance fanno bene alla pelle

L’arancia, e in particolare l’arancio dolce, vanta una straordinaria concentrazione di bioflavonoidi antiossidanti, tra cui vitamina C (acido ascorbico), esperidina, limonene, il precursore della vitamina A noto come beta-criptoxantina e il polifenolo narirutina. Tutte queste sostanze agiscono in maniera sinergica e stimolano la produzione di collagene, indispensabile presupposto per conservare una pelle tonica e liscia.

  • Le Navel proteggono dallo smog

Tra le varietà di  migliori ci sono le Navel, particolarmente ricche di esperidina, che come abbiamo visto svolge una potente azione antiossidante contro l’assalto dei radicali liberi e rinforza i microcapillari. Queste arance sono particolarmente preziose per chi vive in città e deve proteggere la pelle dall’inquinamento.
Per sfruttare le proprietà dell’arancia, puoi preparare questo scrub: mescola un cucchiaino di succo d’arancia appena spremuto con due cucchiai di zucchero di canna grezzo (come la panela), un pizzico di sale e una goccia di olio essenziale di mandarino. Il succo protegge dai radicali liberi e rallenta il processo d’invecchiamento, lo zucchero esfolia con delicatezza mentre l’olio essenziale di mandarino svolge una delicata azione antisettica contro i batteri che aprono la via a nuove rughe.

Informazioni tratte da Riza.it

Iscriviti alla newsletter e ricevi il 10% di sconto

ISCRIVITI