Nocellara Etnea, l’olio migliore nasce alle pendici del vulcano

Nocellara Etnea, l’olio migliore nasce alle pendici del vulcano
28 Marzo 2018 Antonia Cosentino

La Nocellara Etnea è una coltivazione autoctona siciliana. Nasce esclusivamente nella zona centro orientale dell’isola e il più delle volte non è di facile radicamento perché stenta ad attecchire.

Ma se a pianta riesce a svilupparsi dimostra di essere molto resistente, specialmente alla siccità, al vento e alla forte escursione termica.

Questa razza di olivo è diffuso soprattutto nella provincia di Catania, dove specialmente nell’area etnea, in luoghi spesso impervi, la meccanizzazione è piuttosto difficile.

La raccolta dei frutti, infatti, tra ottobre e novembre viene fatta a mano seguendo tradizioni millenarie che fanno dell’olio siciliano un prodotto unico al mondo.

E anche le olive Nocellara Etnea hanno delle caratteristiche ben delineate, sono ad esempio grosse e carnose, e danno vita ad un olio dalla bassissima acidità, e dal un sapore fruttato di mandorla fresca, caratterizzato da sentori erbacei di carciofo e un retrogusto leggermente piccante.

Quest’olio extravergine d’oliva, nello specifico, è particolarmente pregiato perché ricco di antiossidanti e di polifenoli.

È facilmente digeribile, ed è perfetto da consumare a crudo o per la preparazione di dolci.

Iscriviti alla newsletter e ricevi il 10% di sconto

ISCRIVITI